Home pagepresentation News Next eventhistory Last ExhibitionslinksContacts

 

Matteo De Mattia

Non mi considero propriamente un fotografo. A me piacerebbe essere un narratore. So che mi dà serenità e pace farlo con la fotografia. Niente di più. Parlare per immagini è una passione che coltivo fin da quando ero bambino.

Sono nato a Treviso il 26 agosto 1975. Faccio i miei primi esperimenti addirittura con una Comet Bencini, mirino galileiano, è la metà degli anni ottanta. Poi questa parte di me si assopisce, e mi interesso di tutt'altro, fino ai diciotto anni. Da lì in poi avvio una relazione quasi sentimentale con un semplice corredo Pentax, la Mx prima, con un parco ottico standard, 28-50-135. Poi una Me Super, quindi i primi passi nel 6*6 con macchine russe, una Kiev 88.

Intanto comincio a stampare, mi metto a studiar le pellicole, l'argento. Poi è la volta della luce, fino al ritorno alle origini.. al foro stenopeico. Non saprei indicare maestri, non ne ho avuti in senso stretto. La mia fotografia è anzitutto una narrazione, condizionata dalla mia formazione e dalla mia sensibilità. E' la mia riflessione sul mondo che mi circonda. Per questa intimità ho cominciato molto tardi a considerare la possibilità di una esposizione di mie immagini.

Ho comunque tratto e lezioni più importanti da Lewis Carrol e Jan Saudek, dal gruppo Kaliska di Łódź. E ho cerco sempre di stare tantissimo tempo per strada, con la macchina a portata di mano.

Poi una sera mi son "scontrato" con l'immensa energia di un signore che si chiama Giovanni e che mi ha dato un gran bel calcio nel sedere. Da quello comincia, anzi, ri-comincia questo viaggio. Che spero mi possa portare a spasso a lungo.

La Young Photo Gallery - Riviera Tito Livio, 35 - Padova - Italy