Home pagepresentation News Next eventhistory Last ExhibitionslinksContacts

 

Dal 29 settembre  2018 al 26 ottobre 2018

"Corde, tasti e voci "

 

Fotografie di Claudia Angelica Pinton

 

Sabato 29 settembre  2018 alle ore 18.30 si inaugura una mostra fotografica di Claudia Angelica Pinton dal titolo "Corde, tasti e voci" presso la Young Photo Gallery c/o Sfizio Break Bar, Riviera Tito Livio 35 - Padova.

La mostra rimarrà aperta fino al 26 ottobre con i seguenti orari: dal lunedì al sabato dalle 8 alle 12 e dalle 15 alle 24, giorno di chiusura domenica. Ingresso Libero

Il curatore della mostra è Sergio Bergami

 

Corde, tasti e voci

Nel 2017 comincio la collaborazione con l’associazione culturale Whydanghi e comincio a fare foto ai loro eventi, soprattutto concerti live. Inoltre, espongo una serie di foto dedicate all’urbex nel padovano, nella bellissima location della barchessa di Villa da Ponte a Cadoneghe. Durante le varie serate cerco di “entrare” in contatto con l’artista e cerco di provare a cogliere il suo rapporto con lo strumento, che sia esso un tamburo, una chitarra, una batteria o la sua voce. Da qui nasce l’idea per questa esposizione. Rappresentare per la prima volta delle persone è per me una sfida, cerco di studiare la fotografia di eventi, di concerti, anche se purtroppo non trovo molto materiale. Come poter rendere una cosa “effimera” e temporanea come la musica? Come immortalare un cantante nel momento del suo massimo acuto o come cogliere le sue dita su delle corde o su dei tasti di una console? Come poter mettere a fuoco un’emozione come la musica? Come rendere un’arte veloce, dinamica, in movimento continuo con un’espressione artistica come la fotografia che è più statica? Tramite questa mostra cerco di cogliere questi aspetti, e spero di essere riuscita a rendere le mille emozioni che questi gruppi mi hanno dato. Fra i tanti gruppi che ho ripreso ci sono volti femminili e maschili, gruppi, solisti dettagli. Fra questi l’artista Anna Mancini, chitarrista e compositrice, che spazia dal tapping, abbinato ad un accompagnamento ritmico percussivo, all’impiego di diverse accordature alternative. Oppure la voce calda e sensuale della cantante Namritha Nori dei Mi Linda Dama, dalle sonorità etniche, indiane e spazia tra i canti sefarditi che si fusero con le melodie ispaniche e con i ritmi arabi-andalusi. E la cantante rock, folk, Elli de Mon. Elli è un tutt’uno con la sua chitarra, è voce, istinto, potenza. Passando poi per le sonorità del mondo dei Mizformproject, band poliedrica composta da artisti di tutto il mondo, fra cui anche un mio compaesano cileno. Oltre a queste sonorità più soft, introspettive, i protagonisti saranno anche gli artisti più rock, più “aggressive” e qui penso al gruppo dei The Rose, che sono una cover band della grandissima cantante scomparsa prematuramente: Janis Joplin. Qui la musica scorre veloce, incalzante, senza pause, la voce è graffiante, la chitarra improvvisa assoli di puro rock. Non mancano anche coloro che “creano” la musica grazie alle loro dita e al loro “estro creativo”, i DJ. Veri artisti della tastiera e del mixer. Oppure i batteristi, colti nel loro momento di assolo, cercando di ricreare sonorità attraverso la luce delle foto. Ultimi ma non ultimi, I Mamuthones, band dalle sonorità alternative e progressive, una suggestione di suoni e rumore, un’onda vorticosa che ho cercato di rendere grazie a tempi lunghi e cercando di rendere l’idea di movimento. A differenza del mio passato fotografico ora l’uomo è al centro dell’immagine. E’ il vero protagonista, l’anima di questa esposizione . La musica e l’uomo sono al centro dell’attenzione, sotto i riflettori, ad esibirsi per noi tutti. Spero e mi auguro vivamente che anche coloro che vedranno le foto possano cogliere la bellezza di queste note colorate e in bianco e nero, di questi volti sconosciuti, di queste melodie lontane.

 

 

Claudia Angelia Pinton

Sono nata in Cile nel 1981 e probabilmente devo alle mie origini la passione per la fotografia e soprattutto per il colore. Ho cominciato a fotografare fin dalla prima adolescenza, con delle semplici macchinette usa e getta. Affascinata da questo mondo decisi di iscrivermi al corso di laurea DAMS a Padova, dove ho potuto studiare approfonditamente la storia e la tecnica della fotografia ma anche il teatro e il cinema, mie altre grandi passioni. Nel 2006 espongo le mie prime foto in Piazza dei Signori, il tema era l’acqua. Nel 2007 ottengo un secondo posto al Concorso fotografico nazionale “Parole e immagini” a Mellana di Boves (CN). Nel 2014 finalmente riesco a comprarmi la mia prima reflex usata, una Nikon D40 e frequento un corso di fotografia. Mi affascinano i non luoghi e i luoghi abbandonati. Parto alla ricerca di tutti i luoghi abbandonati, dimenticati dall’uomo e cerco, attraverso i miei scatti, di restituire loro quella dignità che hanno perso. Nel 2012 espongo alla mia prima mostra personale al Cafè Lumiere a Padova. Continuo a viaggiare in tutto il nord Italia cercando i luoghi più nascosti e dimenticati. Espongo a più mostre collettive grazie all’associazione culturale Galleria Città di Padova.

 

La Young Photo Gallery - Riviera Tito Livio, 35 - Padova - Italy